I due amminoacidi essenziali proteinogenici cisteina e metionina, nonché gli amminoacidi omocisteina e taurina contengono zolfo, come anche alcuni enzimi molto comuni; questo rende lo zolfo un elemento indispensabile alla vita di qualsiasi cellula. I ponti solfuro fra polipeptidi sono estremamente importanti per l’assemblaggio e la struttura delle proteine. Alcune forme di batteri usano il solfuro di idrogeno (o acido solfidrico in soluzione acquosa, H2S) al posto dell’acqua come donatore di elettroni in un primitivo processo fotosintetico.
Lo zolfo è assorbito dalle piante sotto forma di ione solfato. Lo zolfo inorganico forma degli aggregati ferro-zolfo, e sempre dello zolfo è il legame-ponte sito CuA della citocromo c ossidasi.
Le grandi quantità di carbone bruciate dall’industria e dalle centrali elettriche immettono ogni giorno nell’atmosfera molto biossido di zolfo, che reagisce con l’ossigeno e il vapore acqueo nell’aria per formare acido solforico. Questo acido forte ricade a terra con le precipitazioni dando luogo alle famose piogge acide che acidificano i terreni e le risorse idriche causando gravi danni all’ambiente naturale di molte regioni industrializzate.

Lo zolfo è un minerale presente in ogni cellula del nostro corpo ed è indispensabile per la vita cellulare.

E’ un elemento importante in quanto conserva il tono muscolare, purifica e disintossica l’organismo da agenti esterni o accumulati in esso, cura la pelle donando brillantezza e migliora i disturbi cardio-circolatori.

 

Per il nostro organismo lo zolfo rappresenta il quarto minerale indispensabile per la vita: infatti esso ha un ruolo strutturale nella sintesi proteica di aminoacidi solfonati (metionina, cisteina, taurina e cistina), ormoni (insulina, ossitocina, vasopressina), Vitamine (E, B, C), enzimi e coenzimi. Rappresenta la 0,25% del peso corporeo umano ed è coinvolto nei processi metabolici di proteine, carboidrati e lipidi. E’ il principale componente dei glucosamminoglicani e di altri del tessuto osseo. Questi componenti formano una specie di gel protettivo che funziona da matrice per tendini, legamenti, ossa e pelle. Grazie alla presenza dello zolfo, si ha una maggiore potenza e tonificazione in quanto da elasticità all’apparato scheletrico. Infatti, la fluidità delle articolazioni dipende dalla quantità di zolfo che è presente e che si introduce tramite la dieta.

Lo zolfo infine, rappresenta un valido elemento di bellezza specie per i capelli in quanto è capace di renderli lucidi e morbidi grazie alla presenza di cheratina composta da zolfo; sulla pelle rappresenta una difesa per i batteri, attiva potenti antiradicali come il glutatione. Lo zolfo è raccomandato in caso di problemi cutanei come l’acne, alopecia, seborrea, perdita di capelli, psoriasi, per problemi dell’apparato respiratorio. La carenza di zolfo si manifesta con fragilità di unghie e capelli, problemi di pelle come acne, foruncoli, alopecia.